IL MONDO IN CUI VIVIAMO

Verso il futuro

Sommario "Futuro" Sommario del sito

SEGRETO DI STATO

Discariche e centrali nucleari

Tratto da: ALBA MAGICA www.celestinian-center.com - www.albamagica.com

A cura della dott.ssa Patrizia Gentilini, sabato 31 maggio 2008.

E' passato senza ricevere, a mio avviso, l'attenzione che merita, l'ultimissimo atto del governo Prodi, grazie al quale dal 1° Maggio 2008, in Italia è entrato in vigore il Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) che allarga il campo d'applicazione del segreto di Stato, in nome della tutela della sicurezza nazionale, ad una lunga serie di infrastutture critiche tra le quali "gli impianti civili per produzione di energia".

Questo significa che i siti per il deposito delle scorie nucleari, nuovi impianti civili per produzione di energia, centrali nucleari, rigassificatori, inceneritori/termovalorizzatori potranno essere coperti da segreto di Stato. Segreto che si estende anche agli iter autorizzativi, di monitoraggio, di costruzione e della logistica di tutta la filiera. Credo che ormai in Italia non solo sia a rischio la nostra salute, ma i valori più profondi nei quali crediamo: dalla libertà d'informazione, alla partecipazione, alla stessa democrazia e temo che con questo atto vengano infrante le normative europee che disciplinano l'accesso del pubblico all'informazione ambientale.

Vorrei ricordare le parole di un grande Scienziato, nostro indimenticabile maestro: Lorenzo Tomatis: "Adottare il Principio di Precauzione e quello di Responsabilità significa anche accettare il dovere di informare, impedire l' occultamento di informazioni su possibili rischi..... Invece di accettare una società che sta diventando sempre meno democratica, in cui le scelte sfuggono ormai completamente agli individui e domina il Principio della crescita economica ad ogni costo, si può pensare ad uno sviluppo che si attui sui principi di Precauzione e Responsabilità, dando priorità alla qualità della vita e all' equità sociale e ponendo il mantenimento della Salute al di sopra dell' interesse economico".

La direzione in cui la nostra società si sta muovendo è esattamente antitetica a quella tracciata da Tomatis! Come non essere sgomenti davanti a tutto questo?

Forse non tutti sanno che l' art.5 del codice deontologico dei medici letteralmente recita: "Il Medico è tenuto a considerare l'ambiente nel quale l'uomo vive e lavora quale fondamentale determinante della salute dei cittadini ... il Medico è tenuto a promuovere una cultura civile tesa all'utilizzo appropriato delle risorse naturali, anche allo scopo di garantire alle future generazioni la fruizione di un ambiente vivibile..."

Mi chiedo: informando un domani i nostri pazienti della pericolosità di risiedere vicino a inceneritori, rigassificatori, centrali e depositi di materiale radioattivo potremmo essere accusati di infrangere un segreto militare e pertanto penalmente perseguiti?

Spero che altre voci libere ed indipendenti si levino per riaffermare i sacrosanti diritti di tutti noi cittadini.

Dott.ssa Patrizia Gentilini.
Specialista in Oncologia ed Ematologia.
Associazione Medici per l' Ambiente ISDE.


Comunicate eventuali rilevazioni sugli aspetti dell'inquinamento ambientale anche con vostri articoli o semplici segnalazioni: le diffonderemo.

Redazione Alba Magica
T. 0498648301 - 3474418930
E-mail: albamagica@iol.it
www.celestinian-center.com - www.albamagica.com

Articolo precedentemente postato sul sito di "Medicina olistica INTEGRALE", il 20.5.08
http://it.groups.yahoo.com/group/MEDICINA_OLISTICA_INTEGRALE/





Da: Lazzari <larcara@aliceposta.it>
Data: 19 maggio 2008 8:14:58 GMT+02:00
A: "baseverde@yahoogroups.com"
Rispondi a: baseverde@yahoogroups.com

La Gazzetta Ufficiale del 16 aprile, n.90, pubblica "rendendolo operativo" un decreto del Governo Prodi che prevede la copertura di segreto di Stato per i depositi di scorie nucleari, nuovi impianti di produzione energetica, rigassificatori, inceneritori/termovalorizzatori e centrali nucleari.

Il decreto prevede che: "Nei luoghi coperti dal segreto di Stato le funzioni di controllo ordinariamente svolte dalle aziende sanitarie locali e dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco, sono 'svolte da autonomi uffici di controllo' collocati a livello centrale dalle amministrazioni interessate che li costituiscono con proprio provvedimento".

"Le amministrazioni 'non sono tenute' agli obblighi di comunicazione verso le 'aziende sanitarie locali' (per quel che controllano) e il Corpo nazionale dei vigili del fuoco a cui hanno, comunque, facoltà di rivolgersi per ausilio o consultazione".

"Sono suscettibili di essere oggetto di segreto di Stato le 'informazioni', le notizie, i documenti, gli atti, le attività, i 'luoghi' e le cose attinenti alle materie di riferimento".











Sommario "Futuro" Sommario del sito
A.C.R.O. - Gruppo di Studi Rosacrociani di Roma
Centro Autorizzato della Rosicrucian Fellowship
Oceanside, California.