logo.gif
Precedente Dizionario Home page Successivo

DIZIONARIO ESOTERICO ROSACROCIANO

LETTERA A (1/2)

"AA" - "AN"

ACQUARIANA (Era). Terminato l'attuale Era dei Pesci, avrà inizio la cosiddetta Era dell'Acquario, sotto il segno aereo e intellettuale dallo stesso nome. Ciò avverrà approssimativamente entro 600 anni. Il Sole è già entrato nell'orbita d'influenza di questo segno, e il suo effetto si fa sentire negli avvenimenti e invenzioni che caratterizzano la nostra epoca.

ADAMO ED EVA. Nella Bibbia vi è una descrizione dei primi abitanti della Terra: sono denominati Adamo ed Eva. Opportunamente interpretato, ciò sta a significare la razza umana, la quale gradatamente si assunse il potere della procreazione divenendo responsabile davanti alla Legge di Conseguenza e separandosi, perciò, dall'Albero della Vita e dallo stato che conosciamo come eterico.

ADATTABILITÀ. In questa parola abbiamo il grande segreto del ritardo o del progresso umano. Ogni avanzamento dipende dalla flessibilità ed adattabilità dell'essere evolventesi; se sia capace di adattarsi alle nuove condizioni o se si cristallizzi e si fermi, rendendosi incapace di ogni modificazione. L'adattabilità è una qualità che fa progredire a qualsiasi grado di evoluzione. La mancanza di adattabilità è causa di retrocessione per lo Spirito e di retrogradazione per la forma. Ciò si riferisce al passato, al presente e la futuro e la qualifica o squalifica si ottiene esattamente e impersonalmente, in tutta giustizia, per mezzo della Legge di Conseguenza. (v/Nuove Caratteristiche)

ADEPTO. In esoterismo, è sinonimo di Maestro di Saggezza; essere umano che, percorrendo il sentiero della realizzazione, ha passato varie iniziazioni e ottenuto conoscenze e poteri trascendentali. L'Ordine dei Misteri Rosacroce è composto di dodici Fratelli; sette di essi sogliono apparire nel mondo per realizzare un lavoro specifico e aiutare l'uomo, mentre cinque non sono mai visti fuori dal Tempio. Essi lavorano e insegnano a coloro che hanno passato qualche grado di iniziazione e che possono dirigersi al Tempio nei loro veicoli spirituali. tale iniziazione non fa del discepolo un Rosacroce, come l'ammissione di un alunno in una università non fa di lui un membro della facoltà.

Nemmeno dopo aver superato i nove gradi di una qualsiasi Scuola dei Misteri si è un Adepto. I Rosacroce sono Jerofanti dei Misteri Minori; oltre a questi ultimi esistono altre scuole dette dei Misteri Maggiori. Coloro che hanno superato i nove gradi dei Misteri Minori e sono già alunni dei Misteri Maggiori sono chiamati Adepti. In conclusione, possiamo dire che il chiaroveggente è colui che può vedere nei mondi invisibili; l'Iniziato è capace di vedere detti mondi e comprendere ciò che vede, mentre l'Adepto vede, conosce e possiede dominio sopra gli elementi e le forze che vi agiscono.

ADONAI. Significa Signore. Antico nome caldeo-ebraico degli Elohim o forze creatrici sintetizzate in Jehova.

ADORAZIONE. Stadio elevato di disciplina per mezzo della quale l'uomo può realizzare spiritualmente l'unione con la Divinità o Fonte di tutte le cose, attingendo con ciò temporaneamente al più alto livello di conseguimento, finché non giunga il tempo in cui questa unione non divenga permanente, al termine del grande Giorno di Manifestazione.

ALBERO DELLA CONOSCENZA. La Bibbia ci dice che venne proibito agli uomini di mangiare del frutto dell'albero della conoscenza, pena la morte; però i frutti di quest'albero aprirono gli occhi di Adamo ed Eva, in maniera che poterono conoscere il Bene e il Male e poterono esercitare la funzione creatrice indipendentemente, divenendo capaci di creare un nuovo corpo ogniqualvolta una ne venisse perduto, senza tener conto delle influenze planetarie, producendo così il dolore, la sofferenza e l'infermità. D'altra parte, l'abuso di questa sacra funzione per soddisfare la natura passionale, è riconosciuto dagli esoteristi come il "peccato imperdonabile".

Inoltre, se l'uomo in quel lontanissimo passato avesse appreso, come fece per il veicolo fisico, come rinnovare il suo corpo vitale, la morte sarebbe stata impossibile ed egli sarebbe stato immortale come gli Dei. Allora avrebbe però immortalato anche le sue imperfezioni, e reso impossibile il progresso.

ALBERO DELLA VITA. Se l'uomo avesse mangiato dell'albero della vita, si sarebbe reso immortale, però avrebbe fallito nella sua evoluzione, perché le esperienze che l'uomo compie quaggiù costituiscono gli apporti determinanti per convertire l'uomo da dio statico a Dio dinamico.

ALCHIMIA. L'Arte o Grande Opera (Magnum Opus) della trasmutazione dei metalli vili in oro, e del processo denominato "Mysterium Magnum" (conoscenza delle forze sottili della natura), per ottenere la Pietra Filosofale (Lapis Philosophorum) e l'Elisir di vita (Elixir Vitae). Nel significato simbolico, la vera alchimia è il processo di trasmutazione della natura inferiore dell'uomo per mezzo del potere interiore, attuando la libera volontà spirituale dell'individuo.

ALIMENTAZIONE. I Rosacroce non insegnano che si debba diventare vegetariani o naturisti improvvisamente; ciò che promulgano realmente è che la dieta di vegetali, frutta e affini genera molta più energia della carne. Si tratta di energia non solo fisica, ma anche spirituale, con la conseguenza che se una persona conduce una vita sedentaria ed è di indole materialistica, essa non trova un impiego naturale e causa quindi disturbi al corpo fisico. La carne fu aggiunta alla dieta dell'uomo per abbassare il suo tasso vibratorio e rendere più denso il suo corpo, fino allo stadio nel quale potesse funzionare nel mondo fisico. Essa lo aiutò inoltre a sviluppare energia e coraggio.

Quando la carne fu aggiunta alla dieta umana (nell'Epoca Atlantidea), gli animali mancavano ancora del grado di coscienza così concentrata nel piano fisico come possiedono oggi, per cui la perdita delle loro forme fisiche non li danneggiava allo stesso modo. Inoltre, il passionale veicolo del desiderio animale era molto meno sviluppato di adesso e il loro corpo fisico possedeva una costituzione molto differente dall'attuale.

È naturale chiedere il meglio per la nostra alimentazione; tuttavia, attualmente in tutti gli organismi animali il sangue venoso contiene un tasso elevato di biossido di carbonio e altri residui nocivi. Queste sostanze putride si trovano anche in ogni altra parte della carne animale, e quando ingeriamo tale alimento riempiamo il nostro organismo di questi veleni altamente tossici, che ci procurano malattie. I Rosacroce sanno che tutta la creazione va evolvendo lentamente verso Dio.

Essi sanno anche che sulla Terra, nella presente epoca, vi sono quattro onde di vita separate e distinte: i minerali, i vegetali, gli animali e il genere umano, i quali tutti stanno realizzando la propria evoluzione attraverso la forma, e sanno che nel nostro sistema solare non vi è altra vita se non quella di Dio medesimo, che evolve ed anima tutto ciò che è. Da questo deduciamo che se togliamo la vita ad una qualsiasi creatura, distruggiamo la forma costruita da Dio per la sua manifestazione.

Gli animali sono spiriti in evoluzione e possiedono una loro sensibilità. È il desiderio di acquisire esperienza che li spinge a costruire forme fisiche per la loro espressione. Distruggendo la loro forma, noi li priviamo della opportunità di acquisire esperienze, causando così un danno alla loro evoluzione, anziché un beneficio. Peraltro, i Rosacroce riconoscono il fatto che il divenire delle generazioni ha reso l'uomo parzialmente carnivoro, di modo che nel caso di una grande moltitudine di persone il passaggio da una dieta mista ad una esclusivamente vegetariana si deve realizzare in maniera graduale.

Per lo stesso motivo, non esistono regole rigide che possano essere applicate a tutti indistintamente. In accordo con ciò, ogni riferimento al tipo di alimentazione individuale è da connettere al tipo di personalità e deve essere determinato dal singolo individuo. I Rosacroce non cercano di convertire nessuno al vegetarianismo; essi si limitano solo a indicare i fatti, perché le persone li prenda in considerazione e operi quindi in accordo con la propria personale decisione. (Rif. Max Heindel, Principi Occulti di Salute e Guarigione).

AMBASCIATORI PLANETARI. Sono i rappresentanti sulla Terra dei Grandi Angeli Planetari. i loro nomi sono i seguenti: Michael, ambasciatore del Sole; Gabriel, della Luna; Raphael, di Mercurio; Anael, di Venere; Samael, di Marte; Zachariel, di Giove; Cassiel di Saturno; Ithuriel, di Urano. La Luna è il nostro satellite, e non si trova nella medesima situazione degli altri pianeti: Gabriel è quindi un Angelo, mentre gli altri Ambasciatori sono tutti Arcangeli.

AMORE. È detto nella maggior parte delle dottrine religiose e trascendenti, che la causa della creazione di tutti gli esseri fu l'Amore. È per questo motivo che solo mediante la completa emancipazione per mezzo dell'Amore l'uomo potrà elevarsi al di sopra della Legge, per convertirsi egli stesso in Legge. Avendo conquistato se stesso conquisterà il mondo intero. Perciò il vero aspirante Rosacrociano sarà, nei limiti del possibile, la perfetta personificazione dell'Amore. egli amerà tutti con cuore puro e fervente, non odierà nessuno, non disprezzerà nessuno, perché in ogni volto vedrà il volto dell'Amato - Dio - e in tutta la creazione ne incontrerà l'impronta.

ANAEL. Il Genio sublime, ambasciatore di Venere sulla Terra, rappresentante dell'amore, della bontà, dell'arte e delle virtù divine.

ANDREAE, Johann Valentin (1586-1654). Teologo ed erudito tedesco, perseguitato per i suoi ideali liberali e umanitari. A lui vengono attribuiti i due famosi manifesti: Fama Fraternitatis e Confessio, attraverso i quali si rese nota l'esistenza dei Rosacroce. Tra le altre opere, fu anche autore de Le Nozze Chimiche di Christian Rosenkreuz.

ANGELI. Gli Angeli appartengono ad una corrente evolutiva antecedente la nostra, e furono umani in una precedente incarnazione della Terra, chiamata dai Rosacroce Periodo della Luna. La loro evoluzione è quindi molto differente da quella degli attuali umani. Così come noi costruiamo i nostri corpi con particelle chimiche della terra, gli Angeli costruiscono il loro con etere.

Gli Angeli sono perfettamente addestrati nella costruzione del corpo vitale, perché nel Periodo della Luna, durante il quale erano umani, l'etere costituiva lo stadio più denso della materia. Grazie a questa capacità, essi sono gli istruttori appropriati dell'uomo, degli animale e dei vegetali, rispetto alle loro funzioni vitali: propagazione, nutrizione, ecc.

Gli Angeli aiutarono l'uomo a propagare la sua specie, nonché a costruirsi un cervello fisico. Essi diressero l'espressione fisica dell'amore dell'uomo, e lo guidarono attraverso la sperimentazione delle emozioni in una maniera amorevole e innocente, salvandolo così dal dolore e dalla sofferenza incidentale che l'esercizio della funzione sessuale poteva produrgli nel compierla sconsideratamente. Se questo regime fosse sussistito, l'uomo avrebbe proseguito nella sua evoluzione come un automa nelle mani di Dio, e mai si sarebbe convertito in una personalità individuale. ciò che ha prodotto questa conversione è dovuto a una classe di entità chiamata Spiriti Luciferici. Tutto quanto era in relazione con la propagazione della razza e con la nascita fu eseguito sotto la direzione degli Angeli guidato a loro volta da Jehova, il reggente della Luna.

La funzione della propagazione veniva portata a termine in determinate epoche dell'anno, quando le linee di forza planetarie formavano un aspetto adatto. Poiché la forza creatrice non incontrava nessun ostacolo, il parto avveniva senza dolore. L'uomo non era cosciente della nascita, essendo allora privo della coscienza del mondo fisico, come è per noi oggi durante il sonno.

Tornando indietro nel passato fino al Periodo della Luna, il terzo giorno di Manifestazione nel nostro sistema evolutivo, troviamo due classi di Angeli: una aveva affinità con l'acqua e l'altra col fuoco. Durante il Periodo della Luna Jehova, o Spirito Santo, che aveva sotto la sua responsabilità gli esseri che evolvevano sulla Terra, decise di porre lo spirito dell'uomo, come pure quello degli animali e delle piante, dentro le forme; contro questo piano su ribellò una minoranza appartenente all'onda di vita angelica.

Aveva troppa affinità col fuoco per poter sopportare il contatto con l'acqua con la quale si costruiscono la maggior parte di queste forme, e sotto la guida di Lucifero, che era secondo solo a Jehova, si rifiutarono di costruire le forme come era stato loro ordinato. Con questa scelta, si privarono dell'opportunità di evolvere lungo il piano prestabilito, convertendosi in un'anomalia della natura. Avendo ripudiato l'autorità della loro guida, Jehova, furono costretti a seguire la strada della salvazione da soli, con un loro proprio metodo.

Gli Spiriti Luciferici, perciò, appartengono all'onda di vita degli Angeli, ma a causa della loro disobbedienza, avanzano in ritardo, esclusi dal resto delle schiere angeliche. (Vedi: Lucifero e Luciferici (Spiriti).

ANGELI DEL DESTINO. Sono potenti individualità, ambasciatori dei Grandi Angeli Planetari e, come tali, sono in relazione con la nascita dell'uomo, aiutandolo a scegliersi l'ambiente confacente e assegnando a ciascuna vita il destino, che deve produrre gli affetti necessari. Sono coloro che guidano le influenze planetarie in modo tale che ciascuno ne venga influenzato nella maniera più conveniente per facilitare la liquidazione dei suoi debiti passati, aiutandolo anche a raccogliere i benefici di un qualsiasi credito messo in moto in una vita precedente.

Nello svolgimento di questo compito gli Angeli del Destino hanno come ausiliari una poderosa schiera di agenti e spiriti della natura, che non sono ancora individualizzati, ma che lavorano inconsciamente sotto la direzione di questi grandi esseri, così come gli animali vengono guidati dai loro spiriti-gruppo. (Vedi: Signori del Destino)

ANGELO GUARDIANO. Chiamato anche Angelo Custode, non è precisamente un'entità appartenente a un'evoluzione superiore, quanto invece la personificazione delle nostre buone azioni delle vite passate. Sebbene invisibile, è sempre con noi, spingendoci a operare rettamente e a compiere il bene.

ANIMA. È la quintessenza, l'esperienza acquisita dai tre veicoli inferiori dell'uomo (denso, vitale e del desiderio), che implica perciò retto pensiero e retta azione. Questa essenza viene estratta dall'Ego e impiegata da questi come alimento di vita. l'Anima è triplice: Anima Cosciente, Anima Emozionale e Anima Intellettiva, e rappresenta la controparte del Triplice Spirito o Ego, come segue:

ANIMA COSCIENTE. Si manifesta aumentando la coscienza dello Spirito Divino, del quale è nutrimento; cresce tramite il retto agire e l'esperienza. Sarà assorbita dallo Spirito Divino nella Settima Rivoluzione del Periodo di Giove.

ANIMA EMOZIONALE. Si manifesta aumentando l'efficacia dello Spirito Umano, del quale è nutrimento; cresce per i buoni sentimenti ed emozioni generate dalle azioni. Sarà assorbita dallo Spirito Umano nella Quinta Rivoluzione del Periodo di Vulcano.

ANIMA INTELLETTIVA. Si manifesta aumentando il potere dello Spirito Vitale, del quale è alimento; cresce grazie ai pensieri elevati e all'esercizio della memoria correlando le esperienze passate con le presenti e i sentimenti da queste generati; costituisce pure un mediatore tra gli altri due aspetti dell'Anima. Sarà assorbita dallo Spirito Vitale nella Sesta Rivoluzione del Periodo di Venere.

ANIMA MUNDI. Anima del Mondo, l'essenza divina che tutto compenetra nella nostra Terra.

ANIMALI. L'onda di vita animale, cominciò la sua attività al principio del Periodo del Sole come minerale, e giungerà ad essere umana nel Periodo di Giove. Attualmente dispone dei corpi denso, vitale e del desiderio, con facoltà di movimento, crescita, propagazione e percezione sensoriale. Nel corpo vitale degli animali sono dinamicamente attivi l'etere chimico, vitale e luminoso. Nel regno animale i tre raggi del Padre, Figlio e Spirito Santo si fondono, però lo Spirito Santo fornisce il colore al sangue e alla carne. La mescolanza del rosso e dell'azzurro è evidente nel sangue purpureo.

ANTROPOIDI. Appartenevano all'onda di vita umana, ma i loro corpi del desiderio erano incapaci di divisione. In coloro nei quali il corpo del desiderio fu divisibile, la parte superiore si convertì in un certo senso nel signore e dominatore della parte inferiore dello stesso, oltre che dei corpi vitale e denso. Formò così una specie di anima-animale, con la quale poté realizzarsi l'unione dello spirito attraverso l'anello della mente.

Dove non fu possibile la divisione del corpo del desiderio, questo veicolo si integrò con le passioni e i desideri senza alcun freno (che avrebbe dovuto essere portato dalla mente), e pertanto non poté essere usato come veicolo interno nel quale potesse agire lo spirito. Fu così che, allora, lo si pose sotto la direzione di uno spirito-gruppo che lo guidava dall'esterno, convertendosi in un corpo animale. Questa è la classe che ha ora degenerato trasformandosi nel corpo degli antropoidi.

Ciononostante, questi potranno proseguire la loro evoluzione insieme a noi, se raggiungeranno un grado di sviluppo sufficiente prima del punto critico, che sarà attraversato alla metà della Quinta Rivoluzione del Periodo della Terra. Se ciò non sarà conseguito fino ad allora, essi perderanno del tutto il contatto con la nostra evoluzione.


Precedente Dizionario Home page Successivo
A.C.R.O. - Gruppo di Studi Rosacrociani di Roma -
Centro Autorizzato della Rosicrucian Fellowship
Oceanside, California.