logo.gif

Sommario "Mente serena" Home page

 

MEMORIA, ACQUA E SALUTE

 

Articolo del Dr. Francesco Giovanetti, psicologo.
Cellulare: 328-0015572.
Per scrivergli una e_mail clicca

Sommario


Se siamo esseri fatti di energia, ne segue che possiamo essere influenzati da questa. Tutti i confini tra scienza e religione, scienza e arte, oggettività e soggettività, quantità e qualità, fisica e psicologia, astronomia e religione, Dio e Etere, si stanno irrevocabilmente abbattendo. Essi vengono sostituiti da una concezione dell'unità fondamentale, un principio funzionale basilare e comune a tutta la natura che si ramifica nei vari tipi di esperienza umana (Higgins).


LA MERAVIGLIOSA NATURA DELL'ACQUA

L'acqua è una sostanza molto speciale: copre i due terzi del pianeta Terra e costituisce il 99% delle molecole che formano il corpo umano. Sono stati fatti molti studi sulle proprietà fisiche dell'acqua, ma fino a non molto tempo fa poco si sapeva delle sue proprietà energetiche sottili.

La maggior parte delle testimonianze su queste speciali proprietà deriva dagli studi sugli effetti della "terapia con l'imposizione delle mani" degli anni '60. Di tutte le ricerche sulle guarigioni avvenute in quel periodo il lavoro più significativo fu quello del Dr. Bernard Grad dell'Università McGill di Montreal.

Gli studi sulle proprietà sottili dell'acqua del Dr. Bernard Grad up.jpg

Grad voleva sapere se i guaritori psichici ottenevano effetti energetici reali sui pazienti, al di là di quello che poteva essere dovuto alla fede ed al "carisma". Per questo motivo mise dei semi di orzo in acqua salata; il sale è noto essere un ritardante della crescita. Grad fece imporre le mani su un contenitore sigillato di acqua salata che doveva essere usato per fare crescere i semi. I semi furono messi da un assistente di laboratorio in acqua salata presa da due contenitori, uno trattato e l'altro no, etichettati a caso "Uno" e "Due". Solo Grad conosceva la reale identità del contenuto dei due contenitori.

In seguito i semi furono messi nell'incubatrice e ne furono seguite le fasi di crescita. Grad trovò che i semi immersi nell'acqua del guaritore germogliarono prima degli altri. Poi i semi vennero piantati in terra e messi nelle stesse condizioni per crescere. Parecchie settimane dopo risultò che le piante bagnate con l'acqua salata trattata erano più alte, possedevano foglie di dimensioni maggiori e avevano un maggiore contenuto di clorofilla delle piantine non trattate. L'esperimento fu ripetuto molte volte nello stesso laboratorio con gli stessi risultati positivi.

Grad proseguì i suoi studi facendo tenere in mano dell'acqua a pazienti psichiatrici; quella stessa acqua fu poi usata per trattare i semi d'orzo. Fu interessante constatare che l'acqua energizzata da pazienti depressi in modo grave aveva l'effetto contrario di quello con acqua trattata dal guaritore, in quanto abbassava il tasso di crescita delle sementi.

Le conclusioni dell'esperimento up.jpg

Questo materiale è stato presentato non tanto per la sua importanza per la terapia psichica, ma per l'importanza che queste osservazioni hanno nella descrizione delle proprietà dell'acqua a livello energetico. Sembrerebbe che l'acqua possa essere "caricata" ed abbia la capacità di "immagazzinare" diversi tipi di energie, sia di natura benefica che nociva, come hanno dimostrato le ricerche di Grad utilizzando guaritori e pazienti depressi.

Questi esperimenti sulle caratteristiche energetiche sottili dell'acqua hanno importanza per i principi noti sulla terapia farmacologica confrontati con i meccanismi sconosciuti dell'omeopatia. Secondo la moderna teoria farmacocinetica è importante somministrare ai pazienti dosaggi sufficientemente elevati del farmaco per ottenere livelli misurabili nel sangue, e maggiore è la quantità del farmaco somministrato più potenti sono gli effetti fisiologici.

Al contrario, in omeopatia più alta è la diluizione del farmaco, più potente è l'effetto: le soluzioni impiegate nei rimedi omeopatici sono così diluite che è improbabile che contengano una sola molecola della sostanza originale, eppure sembrano avere potenti effetti terapeutici.

La teoria della memoria dell'acqua e l'omeopatia up.jpg

E' bene quindi sottolineare che la teoria della memoria dell'acqua e' anche alla base dell'omeopatia. Infatti, nella preparazione dei rimedi omeopatici, dosi piccolissime di una sostanza vengono messe in contatto con le molecole dell'acqua tramite agitazione e diluite ed agitate ancora tante volte fino a che il componente attivo non diviene reperibile neanche in tracce.

Più e' alta la diluizione, anzi, più e' potente l'effetto del preparato omeopatico (in realtà più alta e' la diluizione più si lavora sui corpi sottili e cioè a livello energetico ). Sempre per quanto riguarda la teoria omeopatica essa cura il problema con il simile e non con l'opposto come invece fa' l'allopatia. Quindi, per esempio, un'intossicazione da piombo verrà curata con del piombo in dose omeopatica.

La teoria afferma dunque che molecole d'acqua poste a contatto con molecole di altri elementi in dosi piccolissime mantengono un effetto di "memoria" nel preferire una connessione con molecole dello stesso tipo. Se questa teoria si dimostrasse scientificamente tutte le case farmaceutiche fallirebbero. Fatto sta che nei meandri delle facoltà delle scienze di Minsk e Kiev detti studi vengono effettuati e che ottimi risultati sono stati ottenuti con liquidi amorfi (e non polari come l'acqua ). Con l'acqua il problema e' che l'effetto essendo molto piccolo e' difficile da dimostrare.

Alcuni fa anni degli articoli riguardo alla teoria della memoria dell'acqua fecero scalpore e furono subito seguiti da secche smentite della comunità scientifica.

L'acqua e i messaggi negativi della televisione up.jpg

L'apparecchio televisivo presenta diversi tipi di nocività, sia per l'inquinamento sottile che esso emette (radiazioni alfa, beta e gamma), sia per i contenuti degli spettacoli che spesso trasmette. Jean Pagot, nel suo nuovo libro, cita un test sorprendente per il suo alto livello dimostrativo:

  • Davanti allo schermo della TV viene posta una bottiglia piena d'acqua mentre viene trasmesso uno spettacolo dove compaiono sangue, sesso, stupro, violenza ... Se quest'acqua viene bevuta da una persona alla sera, essa avrà incubi violenti e resterà turbata psichicamente per parecchi giorni. Di essere soggetti a questo tipo di influenza i telespettatori non lo immaginano neppure.

MEMORIA DELL'ACQUA ...

Qualche anno or sono un biologo francese di nome Jacques Benveniste, direttore del Digital Biology Laboratory di Clamart (F) affermò, con dimostrazioni basate sulle sue ricerche, che "l'acqua è provvista di memoria" e che quindi l'Omeopatia che si basa proprio su queste affermazioni, (diluizioni fino a non avere molecole del prodotto nell'acqua utilizzata) non era "solo acqua fresca" come qualcuno altolocato, pseudo scientista affermava, pur di confermare le sole "validità" dei farmaci a molecole e denigrando quindi l'Omeopatia.

Il fenomeno in oggetto (la memoria dell'acqua) fu scoperto per caso nel 1984, mentre Il dr. Benveniste lavorava sul sistema ipersensibile (allergico) portando alla luce, nell'alta diluizione dell'acqua nella quale era stata all'inizio diluita una determinata sostanza, che quest'acqua altamente diluita, dava luogo ad una reazione come se fossero ancora presenti le molecole della sostanza originale; quindi l'acqua manteneva una traccia delle molecole presenti all'inizio delle diluizioni. La reazione della comunità scientifica di allora, fu immediata ed incredula, corsero subito voci di imbroglio ed una commissione di "esperti" finì per affermare che si trattava di un artefatto.

Benveniste ha avuto ed ha pienamente ragione, per un fatto semplicissimo e riproducibile anche in casa: mettete un pentolino di acqua sul fuoco e fatela bollire, indi riponetelo con il recipiente nel frizer assieme ad un altro recipiente di acqua fredda, ebbene scoprirete che l'acqua calda CONGELA più in FRETTA di quella fredda!

Perché ? Per un fenomeno semplice: le strutture che collegano le molecole d'acqua con legami di idrogeno, subiscono una serie di cambiamenti nei passaggi di stato dei quali rimane traccia nell'acqua in virtù di fenomeni di "isteresi" *. In altre parole l'acqua ricorda (quindi memorizza) il percorso energetico ed entropico * che ha subito nella fase di riscaldamento e durante il processo di congelamento, lo ripercorre in senso inverso e con maggiore velocità. "Ricorda", cioè, tutto il "percorso" effettuato precedentemente. Provare per credere !.

Note:
* isteresi = fenomeno per il quale l'induzione dipende anche dalle vicende elettriche o magnetiche precedenti.
* entropico = esprimente il grado di disordine interno e di disorganizzazione delle molecole dovuto al cambiamento di temperatura.

Messaggi dall'acqua up.jpg

Il libro "Messages from Water" dello scienziato giapponese Masaru Emoto ci mostra quali messaggi interessanti serbi per noi, e per la nostra coscienza, un elemento così familiare come l'acqua.

L'autore del libro, prendendo spunto dal lavoro di ricerca effettuato dal biochimico nutrizionalista Lee H. Lorenzen jr. ha scoperto delle interessanti interazioni con l'acqua attraverso un sistema piuttosto semplice. In realtà si tratta di prendere dell'acqua distillata e sottoporla ad alcuni esperimenti "bizzarri" quali: farle ascoltare musica; scriverci sopra delle frasi; avvicinarla a degli oli essenziali; ecc.

Fatto questo si cristallizza l'acqua sottoponendola a congelamento e, così trattata, se ne fotografa il risultato al microscopio e si ottengono le immagini riportate sulla pubblicazione edita da Hado Kyoikusha Co. Ltd., Tokio (145 pag., Lire 80.000 disponibile presso: Bridge S.A.S., via Rialto, 13 - 35122 Padova. Sito: www.ergoshop.it.

Le immagini dei cristalli sono disponibili anche nel sito: www.ergoshop.it/masaru_emoto.html

I risultati sono sconvolgenti. Le foto di campioni d'acqua di rubinetto da alcune città di tutto il mondo mostrano come in molti casi non riesca nemmeno a cristallizzarsi correttamente, il che sta ad indicare che spesso la qualità dell'acqua distribuita nella rete idrica delle città sia "spenta", senza vita. Per contro, le immagini di campioni d'acqua di alcune sorgenti e di alcuni ghiacciai sono una vera sinfonia di forme, con geometrie di una bellezza straordinaria.

Ma il bello viene quando si espone l'acqua (in questo caso distillata) a musica di vario genere: incredibili le differenze che si manifestano nella qualità dei cristalli, a seconda del genere di musica impiegato. Il disegno dei cristalli sembra "dare forma" ai sentimenti espressi da un determinato brano musicale: le differenze tra musica classica e, ad esempio, heavy metal, sono davvero significative!

È straordinario l'esperimento in cui si "mostrano" all'acqua le parole, tramite etichette applicate ai campioni: i cristalli "rispondono" manifestando geometricamente il contenuto intrinseco dei messaggi. Le differenze usando parole come "Amore", "Odio", "Angelo", "Diavolo", "Anima", "Meraviglioso", "Sporco", etc. sono inequivocabili e quanto mai significative

Ad esempio con una frase tipo: " mi fai schifo ti ucciderò" l'acqua sembra non cristallizzarsi affatto mentre alle parole "amore/apprezzamento" crea delle geometrie armoniche... la musica Heavy Metal viene rappresentata visivamente come un ristagno dei più bassi risentimenti. Ad essa risponde la sinfonia n° 40 di Mozart con le più alte assonanze geometriche. Come pure meravigliosi sono risultati essere i cristalli ottenuti dalle acque della Sacra Fonte di Lourdes e di altre fonti miracolose.

Il dottor Emoto, esponendo l'acqua alla vibrazione di due parole, una positiva ed una negativa, otteneva un'immagine in cui il "segno" della parola positiva appariva come il più forte e dominante rispetto alla negativa. L'immagine indica la predominanza della bellezza.

Questo risultato suggerisce una serie di considerazioni. Si pensi al ruolo della preghiera e della meditazione, ma anche alla nostra responsabilità di uomini nel coltivare pensieri, parole e gesti. Questo processo, questa energia, può essere guidata solo dalla coscienza umana, e la responsabilità a cui ci si riferisce è estremamente importante. Se molte persone nutrono sentimenti e pensieri di amore e di gratitudine, il mondo non potrà che andare in quella direzione. Non esserne coscienti vuole dire rovinare il mondo e distruggere la vita.

... E MEMORIA DELL'UOMO

La registrazione mentale up.jpg

L'insieme di tutti gli episodi che abbiamo registrato dal concepimento in poi può essere definito "la videocassetta della nostra vita". Tra questi episodi vanno catalogati anche quelli vissuti in incoscienza come quelli del periodo prenatale e quelli vissuti in stato ipnotico, sotto anestesia totale oppure in preda ad un dolore fisico assai forte.

Dalle sperimentazioni, fatte con la regressione della memoria, abbiamo appreso che ognuno di noi memorizza in continuazione gli eventi vissuti e le impressioni relative dal concepimento in poi. Questo fatto trova anche conferma nei racconti di varie persone, che sono state in fin di vita ed hanno detto di aver visto scorrere tutto il "filmino" della loro vita.

Il livello di "profondità di memoria" in cui tali registrazioni vengono memorizzate è però variabile in quanto la profondità di registrazione dipende dal livello di coscienza dell'individuo al momento in cui il fatto è avvenuto.

La memoria si può infatti definire come un magazzino a più strati; strati che vanno dal più superficiale (dove tutte le informazioni sono facilmente ricuperabili), al più profondo, dove sono riposti gli avvenimenti vissuti in uno stato di consapevolezza assai bassa o assente del tutto (sedute ipnotiche, avvenimenti prenatali, anestesia, coma, ecc.). Mentre una persona può accedere facilmente ai ricordi che si trovano negli strati superficiali, gli è invece difficile (spesso impossibile) recuperare quelli posti negli strati profondi.

Purtroppo in questi strati profondi vi possono essere dei ricordi dolorosi, o comunque traumatici, in grado di generare forti condizionamenti comportamentali o problemi fisici di ogni tipo. Vale la pena di ricordare come la Psicosomatica cataloghi almeno l'80% come causate dall'influenza che la mente è capace di esercitare sulle funzioni corporee..

Può accadere che uno di quei brutti episodi accaduti nel passato di cui abbiamo parlato sopra, venga ripreso dalla mente subconscia e letteralmente "proiettato" sulla mente e sul corpo, causando problemi o malattie. Quando avviene ciò?

Quando il soggetto, in condizione di coscienza assai bassa (stanchezza, dolore...), si viene a trovare in una condizione fisica e ambientale che assomiglia a quella vissuta in precedenza. Allora il subconscio ravvisa il pericolo ed estrae dalla memoria tutto ciò che riguarda l'episodio passato (emozioni, dolore, ecc.) in quanto ritiene che, se agendo in quel modo si è riusciti a sopravvivere allora, con le stesse azioni si riuscirà a superare anche il momento attuale.

Un'analogia up.jpg

Perciò, come l'acqua bollita congela più in fretta perché ricorda tutto il processo fatto in precedenza, perché conosce già la strada, così l'evento traumatico vissuto in tempo passato viene richiamato dalle circostanze del presente descritte sopra e percorre all'istante la linea della vita agganciandosi al tempo presente. L'individuo sarà così riagganciato al passato senza averne consapevolezza e recupererà il vissuto di dolore emotivo o fisico associato all'episodio passato.

Bibliografia up.jpg

  • Dr. Richard Gerber, Medicina Vibrazionale. Nuove scelte di cura e guarigione.
    Edizioni Lampis, 1998.

  • Dr. M. Rizzi, Dr. F. Giovanetti, corso base di R.H.M.T. (Right Hemisfere Mental Therapy).
    (non pubblicato).

  • Désiré Mérien, La Biorespirazione.
    Edizioni A.I.I. via P. Pinetti, 91/4 (GE).

  • Bellavite, P., Lo stato della ricerca scientifica in omeopatia. 1998.

  • Rinaldo Lampis, L'uso cosciente delle energie.
    Edizioni Amrita.

Siti Internet sulla memoria dell'acqua up.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

Sommario "Mente serena" Home page
A.C.R.O. - Gruppo di Studi Rosacrociani di Roma - 
Centro Autorizzato della Rosicrucian Fellowship
Centro promotore della Comunità Rosa+Croce Internazionale
.