- Associazione ACRO - Insegnamenti Rosacrociani - Title animato
logo.gif
 SOMMARIO PAGINE ESOTERICHE |   HOME  |   ASSOCIAZIONE  |  SITI AFFINI  

 

L’Elisir dei Rosa+Croce (1/4)

Tratto da: http://assoc.wanadoo.fr/rosae-crucis/document.html 

Traduzione dal francese di Sergio De Ruggiero

 

 

Che cosa è la sessualità?

Uno nell'altro, in un'unità perfetta, in un equilibrio ed una calma assoluti, i due poli riposano in Dio. In un tale stato, non esiste nessuna tensione, dunque, non c’è creazione. La creazione inizia, quando il polo negativo è proiettato fuori dall'unità, quando i due poli si dividono ed oppongono con forza, le loro qualità e resistenze. Tuttavia, l'unità tra questi due poli è indistruttibile; tanto lontani fossero l’uno dall'altro, si appartengono nell'eternità; non possono mai dividersi completamente, l'unità rimane come una tensione magica di una forza incommensurabile, che attira senza pausa, questi due poli, l’uno verso l'altro, per ritrovare lo stato originario.

È su questa tensione che si edifica tutta la creazione. La creazione, la vita, non può esistere senza questa tensione, che è vita. Ogni essere vivente porta in sé, la sua vita, perché senza di essa, non potrebbe esistere. Nell'uomo, la sede del polo positivo è nel cranio, quella del polo negativo nel coccige. La tensione che si stabilisce tra i due, rappresenta la vita.

La vita deve essere trasmessa ad altri individui e per creare un essere vivente, è indispensabile che i due poli opposti, formino una nuova espansione di vita, sulla quale l'essere nuovo, possa edificarsi. Come ogni creatura, l'uomo porta la sua espansione di vita nella sua colonna vertebrale, manifestando nel suo corpo fisico, uno solo dei due poli creatori, attende il suo completamento dall'esterno, per poter dare una nuova vita. Nella sua coscienza di essere fisico, non ha nessuna idea che il suo Spirito porta in sé, i due poli. S’identifica col proprio corpo che, secondo l'ordine attuale della natura, manifesta solamente un solo polo, ed egli cerca un supplemento dall'esterno, da un altro essere umano che, per il suo corpo, manifesta il polo contrario. L'unificazione completa dei due poli, è impossibile in un solo corpo, perché la materia isola, divide ed oppone resistenza. Tuttavia si sforzano di diventare uno, all’interno e per mezzo del corpo, invitato ad unirsi per provare a ritrovare questo stato di riposo, uno nell'altro, di imitare almeno lo stato originario. I due poli si manifestano nel corpo tramite il sesso, per mezzo degli organi genitali, che permettono loro, lo spazio di un istante, di unirsi fisicamente. Poiché il riposo dei due poli, uno nell'altro, rappresenta lo stato originario di Dio, dell'essere, della vita, è la riunione di questi due poli che, per l'incontro dei sessi, crea qui, in una cellula adeguata, una nuova manifestazione, una nuova vita, un nuovo essere vivente. Questa porta in se l’espressione divina della vita, ma nel suo corpo, non manifesta che un solo polo, un solo sesso, poiché la vita sulla Terra è trasmessa grazie alla riunione dei sessi, sempre ripetuta. Questa è la sessualità.

L'energia che si manifesta tramite la sessualità è chiamata "forza sessuale", è il legame tra lo Spirito e la materia e dunque, ha l'importante facoltà di aiutare uno Spirito ad incarnarsi, di creare un nuovo essere vivente nella materia.

l'uomo, caduto dallo stato paradisiaco dove i due poli , senza esserne coscienti, erano riuniti, uno nell'altro, ha perso la possibilità di un ritorno a questo stato originario. Ma desidera uscire, ardentemente, dalla sua condizione di "metà", per tornare nell'interezza.

Non sa che può diventare ancora un tutt’uno nel suo Sé, durante la vita terrena, né solamente sospetta, che la sola cosa che possa aiutarlo è proprio la sua forza sessuale. L'energia sessuale dell’uomo è un mistero, che non ha niente in comune con la procreazione. Questa energia sessuale, che aiuta l'uomo ad incarnarsi, può aiutarlo a diventare cosciente, a reintegrare il suo stato originario, dove era una "unità". Ma questo mistero, significa anche che grazie alle qualità dell'energia sessuale, l'uomo, se non disperde questa forza dispensatrice e creatrice, ma al contrario, la custodisce al suo interno, può colmare, da una parte il suo corpo di una nuova corrente di vita, aumentando in lui l'energia vitale, che gli permetterà di mantenere "intatta" la propria gioventù, rigenerandosi e, dall’altra, grazie a questa energia vitale intensificata, può risvegliare, stimolare ed attivare, i suoi centri nervosi e cervicali più elevati, fino allora, latenti. Nel corpo fisico, questi centri rappresentano delle porte d’accesso e servono a manifestare quei centri, puramente spirituali, che l'uomo porta nel suo essere spirituale; la filosofia orientale, li chiama "Chakras".  Quando, grazie agli effetti dell'energia sessuale custodita per sé stessi, per il proprio corpo, questi centri o chakras possono manifestarsi, l'uomo, allora, domina le forze della natura del suo corpo, come di quello di ogni essere vivente, con un'energia suggestiva ed ipnotica, consapevolmente evoluta. Raggiunge la divina, suprema coscienza, diventa un’unità in sé stesso, uno Spirito illuminato, un uomo magico, un mago bianco.

L'energia sessuale è la forza motrice che aiuta l'uomo a mettersi sulla via, costringendolo ad alzarsi sempre più in alto e che, manifestandosi nel corpo al suo livello inferiore, rappresenta il confine tra lo Spirito e la materia. Non si può dissociare la parte spirituale dell’uomo, dalla sua forza sessuale!

La castità non è una condizione predominante, per impegnarsi sulla strada dell’evoluzione. Ma, per prima cosa, dobbiamo apprendere come vivere in linea con la natura e non contro di essa. Bere e mangiare fanno parte di quest’insegnamento, così come una sana vita sessuale. Gli Insegnamenti Rosacrociani c’insegnano a diventare e rimanere sani nello Spirito, nell’anima e di conseguenza nel corpo. Come può un essere umano, rinunciare alla propria vita sessuale, se prima non conosce ciò che è una "sana" vita sessuale?

Tramite la via dello sviluppo naturale della coscienza, ogni uomo raggiungerà, ineluttabilmente, le susseguenti fasi della sua evoluzione, nel corso delle quali, distanzierà sempre di più il proprio corpo fisico, per spiritualizzarsi. Simile alla pianta che sviluppa le sue radici prima di spiegare il suo fogliame ed il fiore, per arrivare poi all’apogeo, il suo frutto, poiché questo era il suo compito, stabilito già nel suo seme, anche l’uomo porta in sé, allo stato di seme, la facoltà di raggiungere uno scopo supremo, Dio, e di diventare un uomo-dio. Le leggi della natura fanno di questa strada dello sviluppo naturale, una strada lunga, faticosa e dolorosa, che esige molte incarnazioni, forse occorreranno dei millenni. Ma l'uomo possiede in sé, nella sua forza sessuale, anche la nascosta possibilità di evolversi in un tempo infinitamente più breve. Tramite dei mezzi artificiali si può far fiorire una pianta, molto tempo prima dell'epoca dettata dalla natura, allo stesso modo, grazie ai diversi piani di consapevolezza dello Spirito, l'uomo può accelerare il ritmo della sua maturazione. 

Non si possono saltare delle tappe, ma si può ridurre il loro tempo.  Simile al fiore che esige una temperatura più calda, più vigorosa, per germogliare, l'individuo ha bisogno, per attivare il suo sviluppo, di un caldo intensificato, di un fuoco segreto, di un'energia di vita più adeguatamente alimentata. Ora, il combustibile, il fuoco segreto dei Rosa+Croce: è la forza sessuale.  Tuttavia, esiste una gran differenza tra gli sviluppi naturali ed un’evoluzione stimolata dall'energia sessuale: in quest’ultimo caso, lo scopo, l'omni-coscienza,  è raggiunto più velocemente e l'uomo che, in pieno possesso dei suoi mezzi sessuali, è cosciente di questa possibilità di avanzamento e la mette in pratica, và ad accelerare, non solo il ritmo della sua evoluzione spirituale, ma prende nelle sue mani e tiene sotto il suo giogo, la sua "dispensatrice di vita", la sua forza sessuale, trasformata in energia creatrice divina. Questo è il perché la parola "Yoga" significa "giogo." Queste forze, donano inoltre all'uomo, delle facoltà magiche, così come appaiono nelle biografie dei Santi o dei grandi Maestri, - la chiaroveggenza, la rigenerazione del corpo, le guarigioni miracolose, l'esorcismo, la resurrezione, la levitazione, le facoltà telepatiche e profetiche, ecc…

Quelli che dalle vite anteriori, hanno riportato un sistema nervoso abbastanza forte e resistente, idoneo a compiere l'ultimo ciclo, quello più arduo, atto a sopportare delle frequenze sempre più elevate, senza soffrirne, sono i soli, in grado di raggiungere lo scopo supremo nell’attuale incarnazione.

Sono coloro che sono pronti a ricevere un insegnamento spirituale, che hanno oltrepassato la frontiera della coscienza limitata dell'essere medio, sufficientemente risvegliati, da sentirsi male, nel loro attuale livello inferiore di evoluzione, perché percepiscono, delle possibilità più vaste. Ci rivolgiamo dunque a costoro, che comprendono, che un'evoluzione accelerata è resa possibile, per mezzo di esercizi spirituali e fisici, coscienti, ma non solo, animati da un ardente desiderio interiore, si adoperano di sforzarsi nel perseverare e nello svilupparsi consapevolmente.

Raggiungere la coscienza perfetta:

Quando l'uomo ha raggiunto questo livello di coscienza perfetta, è allora in grado di comprendere, l'energia unica di tutta la creazione, non la conosce dell'esterno, ma la vive al suo interno, in un stato di essere; conosce ciò che è la natura reale di questa forza: che è la sua propria energia di vita, sotto tutte le sue forme, dal suo aspetto inferiore e materiale, chiamato impulso sessuale, fino alla sua espressione più elevata, la forza creatrice divina, perché la natura reale di questa energia è anche quella del suo vero essere: è cioè l’Io! Alla prima persona!

Trasformazione della forza sessuale:

Che cosa aiuta l'uomo, che cosa lo costringe a volgere verso l'interno, la sua coscienza animale, a "convertirsi", ad alzarsi al primo risveglio della consapevolezza di Sé, improvvisamente, fino all'omni-coscienza. È questo essere divino che irradia luce, che risiede nel suo essere reale ad arrivare al rilascio, alla liberazione, alla risurrezione?

L'energia che aiuta l’uomo, è anche la forza che lo fa progredire, è la sua forza sessuale! Questa energia gigantesca, agisce in ogni essere umano.

Tramite il canale dei genitori, aiuta l'uomo ad incarnarsi nella materia e quando è diventato un adulto, fisicamente maturo, gli accorda la facoltà di aiutare altre entità ad incarnarsi. L'essere incosciente, finché rimarrà tale, non realizza quest’opportunità, sebbene quest’energia, oltre a permettergli di generare, è anche la sola pulsione che l'aiuta, che lo costringe, ad innalzare il livello della sua coscienza, un gradino dopo l'altro, fino alla coscienza divina. L'energia sessuale fa aumentare sempre di più la coscienza umana. Finché non ha raggiunto il gradino supremo, l'uomo non conosce, realmente, che il suo essere materiale, non può imparare a conoscere nessun’altra energia. Ma può realizzarla ed egli lo farà, perché questa forza è il suo essere vero, la sua energia. La forza sessuale aiuta l'uomo ad alzarsi al di sopra della sua forza sessuale. Questo non è infinitamente saggio?

 

Arrivati al punto di vivere questa verità in noi stessi, comprendiamo allora perché gli Iniziati presero lo scorpione come simbolo della forza sessuale. Lo scorpione simbolico, si uccide tramite la forza sessuale, si uccide, perché così facendo, costringe l'uomo incosciente a diventare cosciente, aiuta l'uomo cosciente a trasformare la propria forza sessuale in energia superiore ed a diventarne conscio, a diventare quest’energia Sé stesso! Non è allora la passionalità sessuale che, in questo modo, si è dunque distrutta? Proviamo a penetrare a fondo il mistero della forza sessuale, per riconoscerla in noi e porla sotto il nostro dominio.

 

CONTINUA

 

SOMMARIO PAGINE ESOTERICHE  |   HOME  |   ASSOCIAZIONE  |   SITI AFFINI  

A.C.R.O. - Gruppo Studi Rosacrociani di Roma - 
Centro Autorizzato della Rosicrucian Fellowship
Centro promotore della
Comunità Rosa+Croce Internazionale
.