- Associazione ACRO - Insegnamenti Rosacrociani - Title animato
logo.gif
   SOMMARIO PAGINE ESOTERICHE |   HOME  |   ASSOCIAZIONE  |  SITI AFFINI  

 

IL MITO DEL PECCATO ORIGINARIO

Tratto dal sito: http://assoc.wanadoo.fr/rosae-crucis/document.html 

(Traduzione dal francese, di Sergio De Ruggiero)

 


Se c’è un peso, che bisogna sollevare dalla coscienza degli uomini, è quella del mito del peccato originario!

Bisogna liquidare questa leggenda, una volta per tutte, perché fa di noi, le vittime "innocenti" di un "errore" immaginario.

Allo stesso modo, della leggendaria Arca di Noè, il peccato originario è un mito, destinato a nascondere la verità.

Ne vogliamo la prova?

Tutte le religioni, sono "esotericamente" simili; ora, "NESSUNA" ha mai parlato del peccato originario, ad esclusione della Bibbia di Mosé.

Gli Antichi, ci hanno tramandato la storia più dettagliata e più veritiera sulla creazione del mondo e degli uomini; miscelando al suo interno miti, leggende ed alcuni racconti, avvolti in un simbolismo "preciso e rivelatore", ma "nessuna" di queste rivelazioni fatte, fa menzione di una "caduta dell'uomo".

C'è né abbastanza, per mostrarsi prudenti e guardare la cosa più da vicino.

Sant’Agostino, diceva ad Origene:

"La fede non può contraddire in niente la ragione ."

Mentre San Tommaso, affermava a coloro che volevano imporre la Chiesa, con la forza, che:

"Bisogna attirare le genti alla Chiesa, con la parola e la ragione".

Ora, perché si vuole che fossimo sottoposti ad un castigo senza fine, sotto l’ingannevole pretesto, che nostra madre Eva, avrebbe mangiato una metaforica mela?

Anche l’albero della conoscenza del bene e del male, è un albero leggendario!

Il serpente "che parla" alla donna, è sempre un mito.

L'albero della vita che conferiva l'immortalità, ne è un altro.

Siamo in pieno simbolismo; allora, per comprendere, cosa è necessario?

Nel momento in cui Eva mangiò quella fatidica mela, simbolica, la coppia dell’Eden, non era ancora stata dotata di un corpo materiale; erano divini e come gli dei, non avevano un corpo "fisico"!

Al momento del cosiddetto "errore", nessun essere che abitava il Giardino dell'Eden, era in grado di mangiare, materialmente, una mela.

Questo accade solamente dopo, al capitolo 3, versetto 21, quando Adamo ed Eva barattarono le loro prerogative divine, per rivestire un corpo umano:

"Poi l'eterno Dio, fece per Adamo ed Eva, un Vestito di Pelle e li Rivestì".

Ecco infine, la coppia originaria, pronta, seguendo la Volontà di Dio, a scendere in un mondo in "formazione", che sarà il "campo" delle loro esperienze.

Dio è il responsabile della "caduta di Adamo ed Eva", perché il suo piano divino "l'esigeva", poiché aveva bisogno di "futuri" creatori, per sostituire le Gerarchie Arcangeliche, che a fine evoluzione, sarebbero state chiamate a compiti più alti.

Quando parliamo del corpo fisico di Adamo ed Eva, bisogna comprendere che non possedevano un corpo materiale come noi.

È un "Germe" di corpo fisico che bisogna immaginare e questo germe, era da molto tempo in forte formazione, poiché occorsero sette sotto-razze Lemuriane per svilupparlo, così come ci insegna la Grande Tradizione Primordiale.

La Prima Razza che scese dal Giardino dell'Eden, in un corpo, che si può considerare fisico, fu la prima delle sette sotto-razze di ATLANTIDE ed è in questo continente, che si trovava il Giardino dell'Eden e non in Mesopotamia, come alcuni affermano.

La razza di Abele, lo scuro, fu la prima razza, mentre quella di Caino, la seconda; tutti e due, appartenevano alla razza Atlantidea.

L'errore dei teologi, fu di leggere gli scritti di Mosé alla lettera e non alla Luce dello spirito, come vogliono "tutte" le mitologie, perché come dice San Paolo:

 "La lettera uccide lo spirito".

Bisogna anche notare, che tutti i fondatori delle più grandi religioni, hanno trattato questo tema, nazionalizzando i loro dei ed i primi uomini.

La creazione di Mosé è puramente ebraica; in Grecia, tutti gli dei sono greci, come per l'India e per l'Egitto.

Non c'è stato dunque un peccato originario, né c’è stata una qualsiasi mela, ciò che è accaduto è che Adamo ed Eva, hanno lasciato il loro stato divino per rivestire sé stessi di una "livrea umana" e su "ordine" di Dio, perché "Egli", avrebbe avuto bisogno di "futuri Creatori".

 

 

 

 

 


 

 

SOMMARIO PAGINE ESOTERICHE  |   HOME  |   ASSOCIAZIONE  |   SITI AFFINI  

A.C.R.O. - Gruppo Studi Rosacrociani di Roma - 
Centro Autorizzato della Rosicrucian Fellowship
Centro promotore della
Comunità Rosa+Croce Internazionale
.