PACE E LUCE
Sommario: Nella tua casa Sommario: Insieme Home page

NELLA TUA CASA
Preghiere a Maria Santissima e a San Giuseppe


IL LUNGO VIAGGIO

Come il sole riappare ad ogni aurora,
come la rosa rifiorisce a maggio,

come il campo si indora ad ogni estate,
e il ramo secco ci ridona il frutto,

così rinasce sempre il pellegrino,
finché la vita ne abbia fatto un saggio
giunto alla fine del suo lungo viaggio.

(Edgardo Mattani).

Sommario

**********************************************
************************

PREGHIERE A MARIA SANTISSIMA up.jpg

Pensieri su Maria up.jpg

"Più mi occupo delle anime e più trovo che la via mariana è la più facile, la più sicura, la più breve".
(P. Anselmo Treves. (12))

"A Tutti coloro, che hanno operato maggiori conversioni, erano animati da una devozione straordinaria verso la Vergine Maria".
P. Chautard. (12)

"Se conoscessi una persona che ama Maria più di me, andrei a cercarla, anche a cento leghe di distanza, per imparare da essa ad amare di più la Vergine".
(S. Giovanni Eudes.(12))

"Maria Santissima è l'acquedotto con cui fluiscono nella Chiesa e nell'anima fedele i doni della grazia".
(Ricardo di S. Lorenzo.(12))

"Iddio ha deposto nelle mani di Maria tutte le sue grazie, ed essa, come buona madre, sempre attenta ai nostri bisogni va distribuendole".
(San Giuseppe Cafasso.(12))

"Il Signore vuole stabilire nel mondo la devozione al mio cuore immacolato... Il mio cuore sarà il tuo rifugio e la via che ti condurrà a Dio".
La Madonna di Fatima a Lucia.(12))

Consacrazione al cuore di Maria (14) up.jpg

O Cuore Immacolato di Maria, colmo di bontà, mostra il tuo amore verso di noi. La fiamma del tuo Cuore, o Maria, scenda su tutti gli uomini.

Noi Ti amiamo infinitamente. Imprimi nei nostri cuori il vero amore così che abbiamo un desiderio continuo verso di Te.

O Maria di soave e umile cuore, ricordati di noi quando siamo nel peccato. Tu sai che tutti gli uomini peccano. Donaci, per mezzo del tuo Immacolato e Materno Cuore di essere guariti da ogni malattia spirituale.

Fa che sempre possiamo guardare la bontà del tuo Cuore Materno e che ci convertiamo per mezzo della fiamma del tuo Cuore.
Amen.

Pensieri di San Bernardo (4) up.jpg

La vera devozione a Maria è un vero segno di predestinazione; un vero devoto di Maria non si è mai dannato: La donna non potrà mai ringraziare abbastanza Iddio per averle dato, nella Madonna, il più sublime ideale di figlia, di sposa e di madre.

San Bernardo, il grande innamorato della Vergine, ci raccomanda questa devozione con le parole più tenere ed efficaci.

"O tu, egli scrive, che senti d'essere sbattuto dalle tempeste in mezzo agli scogli del mondo, se vuoi evitare il naufragio non distogliere mai l'occhio dalla Stella del mare: se i venti delle tentazioni si scatenano, se le tribolazioni ti assediano come altrettante rocce, volgi lo sguardo alla Stella, un sospiro a Maria!

Se le onde dell'orgoglio, dell'ambizione, della maldicenza, della gelosia, cercano d'inondare l'anima tua, uno sguardo alla Stella, una preghiera a Maria.

Se la collera, l'avarizia, l'amore dei piaceri, mettono in pericolo la tua navicella, cerca Maria!

Se l'orrore dei tuoi peccati, il turbamento della tua coscienza, il giudizio di Dio cominciano a trascinarti nell'abisso della disperazione, unisci il tuo cuore a Maria!

Nei pericoli, nei dubbi, nelle angosce, pensa a Maria, chiama Maria! Il suo nome sia nel tuo cuore, sulle tue labbra, e per ottenere il suffragio della sua preghiera non perdere di vista l'esempio delle sue virtù.

Seguendola non puoi errare, finché l'implori non puoi essere senza speranza, finché pensi a lei sei nella via della salute; non puoi cadere finché essa ti sostiene, non hai nulla a temere finché essa ti protegge, e se protegge il tuo viaggio sei certo di entrare in porto. Noi riceviamo tutto da Colei che ci ha dato Gesù; tutto ci viene da Gesù per Maria".

Orazione di San Bernardo (3) up.jpg

Ricordatevi, o pietosissima Vergine Maria, che non si è mai inteso dire nel mondo, che alcuno ricorrendo alla vostra protezione, implorando il vostro aiuto, e chiedendo il vostro patrocinio, sia stato da Voi abbandonato. Animato da tale confidenza a Voi ricorro, o Madre, Vergine delle vergini, a Voi vengo, e con le lacrime agli occhi, peccatore pentito, mi prostro ai vostri piedi a domandare pietà.

Non vogliate, o Madre del Verbo, disprezzare le mie preghiere, ma benigna ascoltatemi ed esauditemi.
Così sia.

A Maria SS. Immacolata (4) up.jpg

O Maria Concepita senza colpa, pregate per noi, che ricorriamo a voi; o rifugio dei peccatori, o Madre degli agonizzanti, non vogliate abbandonarci nell'ora della nostra morte, ma otteneteci un dolore perfetto, una sincera contrizione, il perdono dei nostri peccati.

Otteneteci pure di degnamente ricevere il SS. Viatico, e di essere corroborati dalla estrema Unzione, cosicché possiamo presentarci sicuri innanzi al trono del giusto, ma misericordioso Giudice, Dio e Redentore nostro. Così sia.

Preghiera a Maria (11) up.jpg

O Maria, Madre di Dio, conservami un cuore di fanciullo, puro e limpido come acqua di sorgente. Ottienimi un cuore semplice, che non assapori la tristezza; un cuore magnanimo nel donarsi e tenero nella compassione; un cuore fedele e generoso che non dimentichi nessun beneficio e non serbi rancore per il male.

Forma in me un cuore dolce e umile, che ami senza esigere di essere riamato, contento di scomparire in altri cuori, sacrificandosi davanti al tuo divin Figlio; un cuore grande ed indomabile che nessuna ingratitudine possa chiudere e nessuna indifferenza possa stancare; un cuore tormentato dalla gloria di Gesù Cristo, ferito dal Suo amore con una piaga che non rimargini se non in Cielo.Amen.
(Padre De Grandmaison S.J.)

Ogni giorno con Maria (4)
(di San Alfonso M. de' Liguori)
up.jpg

Dopo la preghiera di ogni giorno dire tre Ave Maria alla Beata Vergine in riparazione delle tante bestemmie dette contro di lei.

Per la domenica

Ecco, o Madre di Dio, ai vostri piedi un misero peccatore che a Voi ricorre ed in Voi confida. Io non merito che Voi neppur mi guardiate, ma so che Voi, vedendo il vostro Figlio morto per salvare i peccatori, avete un sommo desiderio di aiutarli. O Madre di misericordia, guardate le mie miserie e abbiate pietà di me. Io sento chiamarvi da tutti rifugio dei peccatori, speranza dei disperati, aiuto degli abbandonati; dunque voi siete il rifugio mio, la speranza mia, l'aiuto mio. Voi, con la vostra intercessione mi avete da salvare. Soccorretemi per amor di Gesù Cristo; date una mano a un misero caduto che a Voi si raccomanda.

Io so che, quando potete, provate consolazione ad aiutare un peccatore; aiutatemi dunque, ora che mi potete aiutare; io, con i miei peccati, ho perduto la grazia divina e l'anima mia. Ora mi metto nelle vostre mani, ditemi che cosa devo fare per ritornare nella grazia del mio Signore, e io tosto voglio farlo. Egli mi manda a Voi affinché mi soccorriate; vuole che io ricorra alla vostra misericordia, affinché non solo i meriti del vostro Figlio ma anche le vostre preghiere mi aiutino a salvarmi. A Voi dunque ricorro, Voi pregate Gesù per me; fate conoscere il bene che sapete fare a chi confida in Voi. Così spero e così sia.
Tre Ave Maria.

Per il lunedì

O Regina del cielo, Maria Santissima, io che un tempo sono stato schiavo del demonio, ora mi dedico come vostro servo perpetuo, e mi offro per onorarvi e servirvi per tutto il tempo della mia vita. Accettatemi dunque per vostro servo: deh! non mi rigettate come io meriterei. O Madre mia, in Voi ho collocato tutte le mie speranze. Benedico e ringrazio Iddio che per sua misericordia mi dà questa confidenza in Voi. È vero che per il passato sono miseramente caduto nella colpa; ma spero per i meriti di Gesù Cristo, e per la vostra preghiera, di averne già ottenuto il perdono.

Non basta però, Madre mia; mi affligge il pensiero che io possa tornare a perdere la divina grazia. I pericoli sono continuati, i nemici non dormono e nuove tentazioni mi assalgono. Ah! proteggetemi dunque, Signora mia! Aiutatemi negli assalti dell'inferno e non permettete che io abbia di nuovo a commettere il peccato e ad offendere il vostro Figlio Gesù. No, non sia mai che io di nuovo abbia a perdere l'anima mia, il Paradiso e Dio. Questa grazia io vi domando, o Maria, questa io desidero, questa Voi intercedetemi. Così spero, così sia.
Tre Ave Maria.

Per il martedì

O Maria Santissima, Madre di bontà e misericordia, considerando i miei peccati e pensando al momento della mia morte, io tremo e mi confondo. O Madre mia dolcissima, nel sangue di Gesù Cristo e nella vostra intercessione stanno le mie speranze. O Consolatrice degli afflitti non mi abbandonate; non dimenticate di consolarmi in questa grande afflizione.

Se al presente così mi tormenta il rimorso dei peccati fatti, l'incertezza del perdono, il pericolo di ricadere e il rigore della divina giustizia, che sarà allora di me? Ah! Signora mia, prima che giunga la mia morte impetratemi un gran dolore dei miei peccati, un vero pentimento e una gran fedeltà a Dio nella vita che mi resta.

E quando poi arriverà il tempo della mia morte, o Maria speranza mia, aiutatemi in quelle grandi angustie nelle quali mi verrò a trovare: confortatemi a non disperare alla vista delle mie tante colpe che mi porrà innanzi il demonio. Ottenetemi Voi d'invocarvi allora più spesso affinché io spiri con il vostro dolcissimo Nome e quello del vostro Figliolo sulle labbra. Questa grazia l'avete fatta a tanti vostri devoti, la desidero e la spero pure io. Così sia.
Tre Ave Maria.

Per il mercoledì

O Madre di Dio, Maria santissima, quante volte ho meritato l'inferno per i miei peccati! Forse la sentenza sarebbe già stata eseguita al mio primo peccato se Voi, pietosa, non aveste trattenuto la divina giustizia, e poi, vincendo la mia durezza, mi aveste portato a prendere confidenza in Voi. E, in quanti altre colpe sarei io di nuovo caduto per i pericoli che mi sono occorsi se Voi Madre amorosa, non me ne aveste preservato con le grazie che mi avete ottenuto.

Ah! Regina mia, che mi gioverà la vostra misericordia ed i favori che mi avete ottenuto se io mi danno; Se un tempo non vi ho amata, ora dopo Dio, vi amo sopra ogni cosa. Deh! non permettete che io abbia a voltar le spalle a Voi e a Dio che per vostro mezzo tante misericordie mi ha dispensate.

Signora mia amabilissima, non permettete che io vi abbia ad odiare e maledire per sempre dall'inferno. Soffrirete voi di vedere dannato un vostro servo che vi ama? O Maria che mi dite? Mi dannerò? Certo mi dannerò se vi lascio. Ma chi avrà il cuore per lasciarvi? Chi potrà scordarsi dell'amore che mi avete portato? No, non si perde chi a Voi con fedeltà si raccomanda e a Voi ricorre. Deh! Madre mia, non mi lasciate in mano mia, perchè io mi perderò; fate che io sempre a Voi ricorra.

Salvatemi, speranza mia, salvatemi dall'inferno e prima ancora dal peccato che solo può condannarmi all'inferno. Così sia.
Tre Ave Maria.

Per il giovedì

O Regina del Paradiso, che sedete sopra tutti i cori degli Angeli e siete la più vicina a Dio, da questa valle di lacrime io misero peccatore vi saluto e vi prego di volgere sopra di me quei vostri occhi pietosi. Guardate, o Maria, in quanti pericoli mi trovo ora e dovrò trovarmi finché vivrò su questa terra; pericoli di perdere l'anima, il Paradiso e Dio. In Voi, Signora mia, ho collocato tutte le mie speranze, io vi amo e sospiro di venire presto a trovarVi in Paradiso.

Ah! Maria, quando sarà quel giorno che mi vedrò già salva ai vostri piedi? Quando bacerò quella mano che tante grazie mi ha dispensato? È vero, Madre mia, che sono stato molto ingrato nella vita ma se vengo in Paradiso vi amerò ogni momento per tutta l'eternità e compenserò la mia ingratitudine col benedirVi e ringraziarVi per sempre. Io ringrazio Iddio che mi dà una tale confidenza nel sangue di Gesù Cristo e nella vostra potente intercessione.

Tanto hanno sperato i vostri veri devoti e nessuno è rimasto deluso. Così, di certo, non resterò deluso neppure io. O Maria, pregate il vostro Figlio Gesù, come lo prego anch'io per i meriti della sua Passione, a confermare e sempre più accrescere queste mie speranze. Così sia.
Tre Ave Maria.

Per il venerdì

O Maria, Voi siete la più nobile, la più sublime, la più pura, la più santa di tutte le creature. Oh! se tutti vi conoscessero, Signora mia, e vi amassero come voi meritate! Ma mi consola che tante anime sante in Cielo e giuste in terra vivano innamorate della vostra bontà e bellezza. Sopratutto mi rallegro che Dio ama più Voi sola che tutti gli uomini e gli Angeli insieme.

Regina mia amabilissima, anch'io misero peccatore vi amo, ma troppo poco, voglio un amore più grande e più tenero verso di Voi e questo me lo avete da impetrare, giacché l'amar Voi è un gran segno di predestinazione, e una grazia che Dio concede a coloro che si salvano.

Mi vedo poi, o Madre mia, troppo obbligato al vostro Figlio; vedo che Egli merita un amore infinito: Voi che altro non desiderate se non di vederlo amato, questa grazia mi avete da impetrare: un grande amore a Gesù Cristo.

Deh! questa grazia ottenetemi Voi, che ottenete da Dio quanto volete. Io non cerco beni terreni, non onori, non ricchezza, vi cerco quello che più desidera il vostro Cuore, amare solo il mio Dio. È possibile che non vogliate aiutarmi in questo mio desiderio che tanto piace a Voi? Io penso invece che già mi state aiutando, già pregate per me. Pregate, pregate, o Maria, e non lasciate mai di pregare finché non mi vedrete in Paradiso, dove sarò sicuro di amare e possedere sempre il mio Dio, assieme con Voi, Madre mia carissima.
Tre Ave Maria.

Per il sabato

O Madre mia Santissima, io vedo le grazie che Voi mi avete impetrate e vedo l'ingratitudine che io Vi ho usata. Comprendo di essere un'ingrato non più degno di benefici; ma non per questo voglio perdere la speranza nella vostra misericordia. O mia grande Avvocata, abbiate pietà di me. Voi siete la dispensiera di tutte le grazie che Dio concede a noi miserabili, ed a questo fine Egli vi ha fatto così potente, così ricca e così benigna, affinché ci soccorriate. Io voglio salvarmi. In mano vostra dunque io metto la mia eterna salute; a Voi consegno l'anima mia.

Io voglio essere tra i vostri servi più speciali; non mi scacciate. Voi andate cercando i miserabili per sollevarli; non abbandonate una misero peccatore che a voi ricorre. Parlate Voi per me, il vostro Figlio fa quanto Voi gli cercate. Prendetemi sotto la vostra protezione e ciò mi basta; perchè se voi mi proteggete, io non temo nulla; non temo i miei peccati perchè spero che Voi mi otterrete da Dio il perdono; non temo i demoni, perchè Voi siete più potente di tutto l'inferno; non temo il mio stesso giudice Gesù, perchè a una vostra preghiera Egli si placherà.

Proteggetemi dunque, Madre mia, e ottenetemi il perdono dei miei peccati, l'amore di Gesù, la santa perseveranza, la buona morte, e finalmente il Paradiso.

È vero che queste grazie non le merito ma se Voi le chiedete per me al Signore, io le otterrò. Pregate dunque Gesù per me. O Maria, Regina mia, in Voi confido; in questa speranza riposo e vivo, e con la stessa speranza voglio morire. Così sia.
Tre Ave Maria.

A SAN GIUSEPPE up.jpg

"Le ragioni della preminenza di San Giuseppe su tutti i Santi,dopo la Vergine Maria, si trova nelle sue strette relazioni con Gesù Cristo".
(Padre Bernard Martelet)

Pensieri su San Giuseppe (9) up.jpg

L'intercessione di San Giuseppe, come quella della Vergine, non toglie nulla alla mediazione unica e universale di Cristo.

Ogni preghiera, per definizione, è indirizzata a Dio. Gesù Cristo ama onorare San Giuseppe e Maria facendo passare per le loro mani i doni che ci destina; la gioia è così moltiplicata a beneficio di tutti.

"San Giuseppe è il modello della santità nascosta, che accetta la volontà di Dio nelle umili realtà di ogni giorno. Noi possiamo trovare nella sua vita, unita al mistero della salvezza, mediante il lavoro e la preghiera, un esempio straordinario e un grande aiuto".
(P.Leone Dehon)

La devozione a San Giuseppe (4)
(parole di Santa Teresa)
up.jpg

Io ho preso per patrono e per intercessore il glorioso San Giuseppe, mi sono raccomandata molto a lui ed ho riconosciuto allora ed in seguito, in circostanze dove si trattava del mio onore e della mia salute, che il grande Santo mi ha dato sempre un utile e pronta assistenza.

Non mi ricordo d'avergli domandato qualche cosa nel giorno della sua festa e di non averla ottenuta: io non posso pensare senza meraviglia e gratitudine alle grazie che Dio mi ha fatto ed ai pericoli da cui mi ha salvata per intercessione di San Giuseppe.

Sembra che Nostro Signore ci voglia dimostrare che, come egli era sottomesso sulla terra a colui che gli teneva le veci di padre, così non può rifiutargli niente ora che è in cielo.

Io auguro a tutti i cristiani una gran devozione a San Giuseppe, perchè non ho mai conosciuto alcuno che lo abbia invocato con vivo ardore, senza sentire gli effetti della sua protezione, ed avanzare nella via della pietà.

Giaculatorie a San Giuseppe (4) up.jpg

San Giuseppe, modello e patrono degli amanti del Sacro Cuore di Gesù, pregate per noi.
O San Giuseppe, padre putativo di Nostro Signore Gesù Cristo, e vero sposo di Maria Vergine, pregate per noi.
Fate, o San Giuseppe, che la nostra vita scorra scevra dal peccato, e che sia sempre difeso dal tuo patrocinio.

Orazione di S. Bernardino (4) up.jpg

Ricordatevi di me, o beato Giuseppe, e con l'efficacia della vostra preghiera intercedete presso il vostro Figlio putativo: rendete anche propizia la Vergine, vostra beatissima sposa che è la madre di Colui che col Padr(San Bernardino da Siena)

Preghiera a San Giuseppe (4) up.jpg

A te, o beato Giuseppe, stretti dalle tribolazioni ricorriamo, e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio, dopo quello della tua santissima Sposa.

Deh! per quel sacro vincolo di carità che ti strinse all'Immacolata Vergine Madre di Dio e per l'amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno la cara eredità che Gesù Cristo acquistò col suo sangue, e col tuo potere ed aiuto sovvieni ai nostri bisogni.

Proteggi, o provvido custode della divina Famiglia, l'eletta prole di Gesù; allontana da noi, o Padre amatissimo, la peste di errori e di vizi che ammorba il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore, e come un difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità, e stendi ognora sopra ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché col tuo esempio e mercé il tuo soccorso, possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l'eterna beatitudine in cielo.
E così sia.

Preghiera di un'anima tribolata
P.G. Beccaro carmelitano scalzo (2)
up.jpg

Ascoltate da me, o caro San Giuseppe, una parolina! Io mi vedo circondata da ogni parte da tribolazioni e croci... e sovente piango! Affranta sotto il peso di queste croci mi sento spesso cadere, né ho la forza di rialzarmi, desidero che il buon Dio mi chiami presto a Sé.

Nella calma però comprendo che il difficile non è il morire, ma il vivere e vivere bene. A chi dunque ricorrerò, se non a Voi, tanto buono e caro, per ricevere lume, conforto... e aiuto?

A voi pertanto consacro tutta me stessa e nelle vostre Mani ripongo le croci, gli affanni e gli interessi della anima mia. Le anime della mia famiglia e quelle dei peccatori perchè dopo una vita così travagliata, possiamo almeno venire a godere per sempre Gesù, con Voi nella bella Patria del Paradiso. Così sia.

San Giuseppe, protettore dei tribolati e dei moribondi, pregate per noi.

Orazione a S. Giuseppe (10) up.jpg

O Dio onnipotente, che hai voluto affidare gli inizi della nostra redenzione alla custodia premurosa di s. Giuseppe, per sua intercessione concedi alla tua chiesa di cooperare fedelmente al compimento dell'opera di salvezza.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

O Dio, nostro Padre che nel tuo disegno di salvezza hai scelto S. Giuseppe come sposo di Maria madre del tuo Figlio, fa che egli continui dal cielo la sua premurosa custodia per la santa chiesa che lo venera come protettore.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

O Dio che nella tua provvidenza hai chiamato l'uomo a cooperare con il lavoro al disegno della creazione, fa che per l'intercessione e l'esempio di S. Giuseppe siamo fedeli alle responsabilità che ci affidi e riceviamo la ricompensa che ci prometti.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Memorare di San Giuseppe (4) up.jpg

Vi ricordo, o purissimo sposo di Maria Vergine, o dolce protettore mio, San Giuseppe, che mai non si udì aver alcuno invocato la vostra protezione e chiesto aiuto da voi, senza essere stato consolato.

Con questa fiducia io vengo al cospetto vostro e fervorosamente mi raccomando. Deh! non abbiate in dispregio la mia preghiera, o Padre putativo del Redentore, ma ricevetela pietosamente.
Così sia.

Triduo a San Giuseppe (9) up.jpg

O San Giuseppe, mio protettore, a te ricorro, affinché mi ottenga dal Cuore di Gesù questa grazia. Per i miei peccati io non merito di essere esaudito. Supplisci tu alle mie mancanze e, potente come sei, fa che ottenuta per la tua pia intercessione la sospirata grazia, io possa venire ai tuoi piedi per ringraziarti e renderti i miei omaggi di gratitudine.
Gloria al Padre...

Non dimenticare, o caro San Giuseppe, che nessuna persona al mondo è ricorsa a te, rimanendo delusa nella fiducia e nella speranza riposte in te. Non permettere, o gran Santo, che io solo resti privo della grazia che ti domando. Mostrati potente e generoso anche verso di me; e la mia lingua, ringraziandoti, esalterà in te la bontà e la misericordia di Dio.
Gloria al Padre...

O San Giuseppe, capo della Sacra Famiglia, ti venero profondamente e di tutto cuore ti invoco. Agli afflitti che ti hanno pregato prima di me, hai concesso conforto e grazie. Degnati quindi, di consolare anche l'animo mio addolorato. Tu, o gran Santo, vedi in Dio tutti i miei bisogni. Tu, dunque, sai quanto mi è necessaria la grazia che ti domando. Da te spero la grazia di essere confortato, mentre io ti prometto di diffondere la devozione verso di te e di aiutare con la preghiera tanti infelici e morenti. O San Giuseppe, consolatore degli afflitti, abbi pietà di me.
Gloria al Padre...

Novena a San Giuseppe
(per implorare protezione)(4)
up.jpg

I. Nelle angustie di questa valle di pianto a chi noi miseri ricorreremo se non a voi a cui la vostra amata sposa Maria tutti i suoi tesori consegnò perchè a nostro vantaggio voi li serbaste?

Andate al mio sposo Giuseppe, par ci dica Maria, ed egli vi consolerà, e sollevandovi dal male che vi opprime, vi renderà felici e contenti.

Pietà dunque, Giuseppe, pietà di noi per quanto amore nutriste verso una sposa così degna ed amabile.
Pater, Ave e Gloria.

II. Conosciamo certamente di aver irritato la divina giustizia coi nostri peccati e di meritarne i più severi castighi. Quale sarà il nostro rifugio? In qual porto ci potremo noi mettere in salvo?

Andate a Giuseppe, par ci dica Gesù, andate a Giuseppe che fu da me tenuto e riverito in luogo di Padre. A lui, come Padre, io ho comunicato ogni potere, perchè di esso si serva a vostro bene a suo beneplacito.

Pietà, dunque, Giuseppe, pietà di noi per quanto amore avete portato ad un figlio così rispettabile e caro.
Pater, Ave e Gloria.

III. Purtroppo le colpe da noi commesse, lo confessiamo, provocano sui nostri capi i più pesanti flagelli; in quale arca potremo noi ricoverarci onde salvarci? Quale sarà l'occhio benefico che in tanto affanno ci conforterà?

Andate a Giuseppe, par ci dica l'Eterno Padre, a lui che le mie veci in terra sostenne sopra l'umanato mio Figlio. Io gli affidai il Figliolo mio fonte perenne di grazia, ogni grazia però è in mano di lui.

Pietà dunque, Giuseppe, pietà di noi per quanto amore al grande Iddio dimostraste così liberale verso di voi.
Pater, Ave e Gloria.

V. Ora pro nobis, beate Joseph.
R. Ut digni efficiamur promissionibus Christi.

Oremus up.jpg

Beati Patriarchae Joseph Sanctissimae Genitricis tuae Sponsi quaesumus. Domine meritis adiuvemur, ut quod posibilitas nostra non obtinet, eius nobis intercessione donetur. Qui vivis et regnas per omnia saecula saeculorum.
Amen.

graffa.gifgraffa.gif

"La mia gioia è tutta per te. La mia anima prendila come se fosse tua."
(R.Rolle)

Sommario: Nella tua casa Sommario: Insieme Home page
A.C.R.O. - Gruppo di Studi Rosacrociani di Roma