logo.gif
|   SOMMARIO ASSOCIAZIONE  |   HOME  |   TESTI  |   FOGLIETTI  |   SITI AFFINI  |  

 

LA SCIENZA DELLA MORTE

Le nostre ultime volontà in caso di morte

 

Trascriviamo una traccia, dettata dalla sede Centrale dell’Associazione Rosacrociana, che può servire da base, per esprimere le nostre volontà in caso d’abbandono del corpo fisico (morte) e delle cure che disponiamo per esso.

È bene tenere sempre con sé un foglio con il testo qui sotto proposto, scritto e sottofirmato A MANO. Naturalmente, questa traccia, deve essere adattata, alle leggi in vigore nel momento e nello Stato in cui viviamo. Si consiglia di contattare la Società di Cremazione più vicina, per far rispettare le nostre volontà.

 

 

MIE VOLONTÀ IN CASO DI MORTE:

 

In caso di morte, io sottoscritto                                                                                                                         

Residente a

Dispongo nelle mie ULTIME VOLONTÀ, che sia usato il metodo dell’Associazione Rosacrociana per il trattamento del mio corpo. Ciò richiedo, in quanto, LA MIA FEDE RELIGIOSA, segue gli INSEGNAMENTI DELL’ASSOCIAZIONE ROSACROCIANA. Qualora la morte avvenga fra persone estranee, prego le stesse di voler immediatamente contattare le seguenti persone:

 


 


Che sono informati, delle mie volontà ed istruzioni, da me fornite.

 

Firma

 

Luogo e data

 

Firma dei Testimoni:

_______________________________________

 

_______________________________________

 

_______________________________________

 

METODO PER LA CURA DEL CORPO DEI DEFUNTI

 

  1. Il corpo deve essere posto in un luogo freddo o in camera frigorifera, conservato per un periodo di 3 giorni e mezzo (84 ore) dopo la morte. Per morte deve intendersi esclusivamente il momento dell’ARRESTO CARDIACO. Esprimo la mia assoluta NEGAZIONE all’effettuazione di una imbalsamazione, autopsia, espianto di organi o qualsiasi altra azione su quello che è stato il mio corpo fisico.

  2. Il corpo deve essere lasciato in perfetta tranquillità, lontano da qualunque disturbo o rumore, per tutto il suddetto periodo (84 ore).

  3. Non deve essere compiuta alcuna operazione post-mortem (autopsia, espianto di organi, ecc.), prima siano trascorso le 84 ore di cui sopra. Io dispongo, che al termine di detto periodo il mio corpo sia cremato.

  4. Esprimo la mia assoluta NEGAZIONE all’effettuazione della cremazione, prima dello scadere delle 84 ore già menzionate, poiché durante questo tempo, lo spirito, mantiene il contatto con il corpo, con conseguente sensazione di dolore, dovuta ad eventuale azione crematoria o d’imbalsamazione o autoptica o chirurgica.

 

|   SOMMARIO ASSOCIAZIONE  |   HOME  |   TESTI  |   FOGLIETTI  |   SITI AFFINI  |  

A.C.R.O. - Gruppo di Studi Rosacrociani di Roma - 
Centro Autorizzato della Rosicrucian Fellowship
Centro promotore della Comunità Rosa+Croce Internazionale
.