logo.gif
SOMMARIO FOGLIETTI  |   HOME  |   TESTI  

 

IL PROCESSO EVOLUTIVO

 

La conoscenza applicata è la salvezza contro l'ignoranza. Nonostante esistano molti saggi tra noi, si deve ancora comprendere molto e nessuno, fino ad ora, ha raggiunto la perfezione; né nessuno potrà mai raggiungerla nel breve tempo di una sola vita. In natura, osserviamo dappertutto, che uno spiegamento lento e persistente, produce uno sviluppo migliore, più elevato. Più comprenderemo i metodi di come lavora la Natura; simbolo visibile dell'invisibile Dio, in modo migliore saremo qualificati per approfittare delle opportunità che essa ci dona, per la nostra crescita, per il nostro potere, per la nostra emancipazione dalla schiavitù e quindi, per la nostra elevazione, per il dominio su noi stessi. Questo lungo processo è l'Evoluzione.

Al principio della sua evoluzione, l'uomo consisteva solamente di uno Spirito e di un corpo fisico, non aveva anima. Ma da allora, ogni vita umana apparsa sulla Terra, questa grande scuola di esperienza, ha ricevuto un'anima, che ha approfittato delle opportunità che gli sono state offerte come lezioni, dalle esperienze positive e negative, che ha acquisito durante la sua vita terrena. Questo è dimostrato dalle differenti gradazioni, esistenti tra il selvaggio ed il santo, che vediamo dappertutto. Tutte le razze sono il prodotto della loro evoluzione il cui unico obiettivo è la perfezione. L'espressione più alta in una vita, si trasforma nell'espressione più bassa nella vita seguente ed in questa maniera, si sale gradualmente la scala dell'evoluzione verso la Divinità. L'umanità sta progredendo lentamente verso questo sentiero, raggiungendo gradualmente, livelli più alti di coscienza.

Una delle principali caratteristiche dell'evoluzione, sta nel fatto che si manifesta in periodi alterni di attività e di riposo. L'attiva estate è seguita dal riposo dell'inattivo inverno e ad ogni sosta, c'è un piccolo avanzamento, per procedere durante il tragitto nel tempo. L'attività del giorno si alterna con la quiete della notte. La marea crescente è seguita dalla marea calante.

Cosicché, come tutte le altre cose che si muovono a cicli, la vita che si manifesta qui sulla Terra per pochi anni, non deve essere considerata come finita, quando arriva la morte. La nascita di questo corpo è infinitamente lontana dalla nostra fine. I nostri Spiriti sono immortali ed i corpi fisici, non sono che gli strumenti che adoperiamo durante questa vita terrestre per aiutarci nella nostra evoluzione. Possiamo avere la certezza, che in qualunque posizione siamo stati collocati dalla vita, re o mendicante, ricco o povero, in questa situazione sono contenute le lezioni e le esperienze necessarie in questo momento, per la nostra evoluzione e sempre da qui, proviene il migliore vantaggio possibile per il nostro sviluppo. Tanto è sicuro, come il sole che si alza di mattina dopo essere stato nascosto durante la notte, così è per la vita di un corpo fisico che approda alla morte, sarà messa un'altra volta in un veicolo nuovo in un ecosistema differente.

L'evoluzione, è la storia della progressione dello spirito nel tempo. Dovunque nel Cielo e sulla Terra, tutte le cose procedono in avanti ed in alto, per sempre, come vediamo dappertutto intorno a noi, osservando i vari fenomeni nell'universo, ci rendiamo conto che l'Evoluzione procede come una spirale. Ogni spira dell'avvolgimento è un ciclo. Ogni ciclo si fonde nel seguente e come le spire della spirale sono continue, ogni ciclo è il prodotto migliorato di quello precedente ed il creatore di quegli stati più sviluppati che stanno per venire.

Il sentiero dell'evoluzione è una spirale, quando lo consideriamo solamente dal lato fisico. È una lemniscata, in altre parole una figura fatta ad otto, quando è visto nelle sue fasi fisiche e spirituali. I due circoli della lemniscata che convergono in un punto centrale, simbolizzano lo Spirito immortale, l'Ego evoluzionante. Uno dei circoli esprime la sua vita nel mondo fisico, dalla nascita fino alla morte. Durante questo periodo semina grani con ogni atto che compie e dovrebbe mietere una certa quantità d'esperienza, se le giuste lezioni che ne conseguiranno saranno estratte, come se fossero delle opportunità. Allora alla fine di questa vita, l'Ego si troverà alla porta della morte carico dei frutti più ricchi della sua vita.

L'altro ciclo della lemniscata simbolizza il soggiorno dell'Ego nei mondi invisibili, che attraversa, durante il periodo della morte, fino alla nascita. Al tempo che l'Ego arriva al punto centrale nella lemniscata che divide i mondi fisici dagli spirituali, conta su una raccolta di facoltà e talenti acquisiti in tutte le sue vite passate, quelli che può mettere in uso o interrare durante l'esperienza della sua prossima vita, d'accordo con il suo pensiero. D'altra parte, secondo l'uso che fa delle sue facoltà acquisite, dipende la quantità della crescita spirituale che accumulerà nella sua prossima vita. Abbiamo vissuto già attraverso un'esistenza simile al minerale, alla pianta ed all'animale, prima di arrivare ad essere degli esseri umani, ed oltre alla nostra, troveremo anche altre evoluzioni che ci avvicineranno sempre di più alla casa Divina.

L'uomo avanza solamente tramite il sacrificio. Pochi si rendono conto che quando saliamo sulla scala dell'evoluzione, lo stiamo facendo calpestando i corpi dei nostri fratelli più deboli. Coscientemente o inconsciamente li schiacciamo e li usiamo al fine di ottenere i nostri scopi. Questo è un fatto concernente tutti i Regni della Natura. Quando un'ondata di vita è discesa al suo punto più basso nel regresso e si è introdotta in forma minerale, prende immediatamente per i suoi fini, da un'altra onda di vita leggermente superiore a lei, i residui minerali che si disintegrano, li adatta alle sue necessità in forma di cristalli e li assimila, come parte di una forma vegetale.

Nell'iniziazione Mistica Cristiana, quando il Cristo lavò i piedi ai Suoi discepoli nella notte dell'Ultima Cena, la spiegazione che fu data, è che, se lo scomporsi dei minerali non offrisse la sua parte da incorporare per il regno vegetale, non avremmo vegetazione; ugualmente, se l'alimento vegetale non generasse sostanza per gli animali, gli esseri del regno animale non potrebbero trovare espressione, e così via - un regno della Natura si alimenta sempre di materia del regno inferiore a lui. Come il Maestro lavò i piedi ai Suoi discepoli, simbolicamente Egli realizzò per loro un servizio umile, riconoscendo che essi servirono a Lui come gradini, per ascendere a qualcosa di superiore.

Lo stesso principio vale per ogni evoluzione spirituale, perché se non ci fossero alunni, posti su un gradino inferiore della scala della conoscenza che hanno necessità d'istruzione, non ci sarebbe l'esigenza di un Maestro. Ma qui, c'è un'importante differenza. Il Maestro cresce donandosi ai suoi alunni e servendoli, in uguale maniera, tutti, non importa qual è la loro posizione nella vita, essi crescono per mezzo del suo servizio. Contemporaneamente, alle spalle dei suoi discepoli, il maestro sale verso un gradino più alto della scala della conoscenza e per questo motivo, contrae con loro un debito di gratitudine, che simbolicamente riconosce e paga, col lavaggio dei piedi, un atto di servizio umile rivolto verso coloro che lo servirono fedelmente.

Sotto la guida benevola delle Grandi Intelligenze, stiamo progredendo costantemente, di vita in vita, sotto condizioni attentamente appropriate per ogni individuo, fino a che raggiungeremo col tempo, un'evoluzione più alta, arrivando ad essere dei superuomini. L'occultista crede che l'intento dell'evoluzione sia lo sviluppo dell'uomo da un Dio statico ad un Dio dinamico - un Creatore. Affinché egli possa trasformarsi in un Creatore indipendente ed originale è necessario che il suo addestramento, includa anche sufficiente libertà per esercitare la propria individuale "originalità", che distingue la creazione dall'imitazione.

Finché certe caratteristiche della vecchia forma, soddisferanno i requisiti del progresso, saranno mantenute; ma in ogni rinascita la vita evoluzionante, aggiunge dei miglioramenti "originali", cosiffatti, come saranno necessari alla sua futura espressione. I ritardatari, vale a dire chi fallì nel raggiungere i necessari livelli per mantenersi sulla cresta dell'evoluzione, saranno abbandonati. Nel progresso, l'evoluzione non si ferma. Progredire o retrocedere questa è la Legge e la forma che si renderà incapace di miglioramenti addizionali, dovrà degenerare.

Gli impulsi dell'evoluzione, lavorano costantemente per tutti, con lo scopo di raggiungere la perfezione finale, quindi è ragionevole presupporre che le esaltanti Intelligenze che hanno a loro carico la nostra evoluzione, utilizzino ogni mezzo a loro disponibile per far transitare indenne il maggiore numero possibile d'entità. Ogni vibrazione dell'universo è vita ed ogni vita è germogliata da un Dio. Pertanto, benché tutti siamo uno, tuttavia esistono alcuni che si rendono costantemente arretrati.

Durante questa presente fase d'individualismo, che è il climax della nostra illusoria separatività, tutta l'umanità ebbe bisogno di un aiuto extra, ma per coloro che furono arretrati si rendeva indispensabile un aiuto speciale, straordinario, doveva essere un sostegno proporzionato al loro scarso sviluppo. Questo aiuto speciale fu la missione del Cristo. "Egli" affermò che venne a cercare ed a salvare coloro che si erano persi. "Egli" aprì la strada verso l'Iniziazione, per tutti quelli che vollero cercarla.

L'evoluzione dipende dalla crescita spirituale, la trasmutazione dei corpi in anima, che deve essere realizzata tramite gli sforzi individuali dello Spirito nell'uomo, l'Ego. Alla fine dell'evoluzione l'anima possiederà tutto il potere, come frutto della sua peregrinazione attraverso la materia. Sarà un'Intelligenza Creativa.

Se compiamo i nostri doveri stabiliti, nella migliore forma possibile in accordo con la nostra abilità, nel trascorrere della nostra vita, possiamo essere sicuri della sicura ascesa in un tempo futuro. Vedremo con più chiarezza attraverso il velo dell'egoismo, quando viviamo con interesse la vita nella quale siamo stati posizionati, perché gli Angeli Archivisti non sbagliano mai. Essi ci hanno collocato nel posto giusto, dove ci sono state date le lezioni necessarie a prepararci per una maggiore sfera di utilità.

Se abbiamo dentro di noi sufficiente amore per tutte le cose, non possiamo arrecare danno alcuno, perché quell'amore, fermerà la nostra mano in ogni azione, la nostra mente in ogni pensiero, che possa ferire un altro essere vivente. Fino ad ora non abbiamo raggiunto ancora questo livello di coscienza. Se ciò fosse accaduto, non ci sarebbe più alcuna necessità di esistere in questo mondo di materia, ma al contrario, tutti noi stiamo cercando ed avanzando verso quello stato di gloriosa perfezione. È sorprendente quanto rapidamente può avanzare un individuo in questo modo se è davvero serio nei suoi sforzi, senza fidarsi unicamente della propria, povera, personalità, ma avendo implicita fede nell'esempio e negli insegnamenti del Cristo, egli potrà essere in grado di unirsi con la sua Divinità interna.

L'evoluzione dipende dalla dissoluzione dei corpi e dall'amalgamazione dell'anima con lo Spirito. L'anima è la quinta essenza, il potere o forza del corpo e quando un corpo è stato portato alla perfezione attraverso vari livelli, l'anima è completamente liberata da esso ed è assorbita, da uno dei tre aspetti dello Spirito che generò il suo corpo, in principio.

  • L'Anima Cosciente sarà assorbita dallo Spirito Divino nella Settima Rivoluzione del Periodo di Giove.

  • L'Anima Intellettuale sarà assorbita dallo Spirito di Vita nella sesta Rivoluzione del Periodo di Venere.

  • L'Anima Emozionale sarà assorbita dallo Spirito Umano nella quinta Rivoluzione del Periodo di Vulcano.

Mentre sviluppiamo quest'amore universale dentro di noi, impariamo sempre di più che ogni essere umano è figlio del Creatore e che a tempo debito, avanzeremo nella perfezione. Non importa quanto inferiore un uomo o una creatura possa apparire, dobbiamo ricordare che c'è una scintilla Divina al suo interno, che lenta, ma di certo, crescerà, fino a che la gloria del Creatore illuminerà quell'essere.

Le Gerarchie Divine che hanno guidato l'umanità sul sentiero dell'evoluzione dal principio della nostra esistenza, ci seguono attive e lavorano per noi dai loro mondi. Con il loro aiuto, saremo, col passare del tempo, capaci di portare a termine l'umana elevazione, raggiungendo così, una realizzazione individuale di gloria ed immortalità. Avendo questa grande speranza dentro di noi, questa gran missione da svolgere nel mondo, lavoriamo più che mai per trasformarci in uomini e donne migliori, affinché con il nostro esempio si possa risvegliare in altri, il desiderio di vivere una vita che porti alla liberazione.

 

 

 

 

 


 

 
|   SOMMARIO FOGLIETTI  |   HOME  |   TESTI  
A.C.R.O. - Gruppo di Studi Rosacrociani di Roma - 
Centro Autorizzato della Rosicrucian Fellowship
Centro promotore della Comunità Rosa+Croce Internazionale
.